FINALE CAMPIONATO ITALIANO 100 MT CAL 22


PARTE PRIMA – LA FREDDA CRONACA DAL NOSTRO INVIATO “EL SIO”

Giornata tiepida e cielo velato accolgono i finalisti della 100metri cal. .22 alla consueta finale di Parma.
Senza grosse sorprese la STANDARD con cinque dei finalisti dello scorso anno tra i migliori otto a giocarsi il titolo nel pomeriggio. Alla fine la spunta il marchigiano Matoffi davanti ai nostri Schiavon (primo in semifinale con il solito 189 e che, ancora una volta, perde il gradino più alto del
podio con gli ultimi dieci colpi, pecà again…) e Lissandrini (terzo per il secondo anno consecutivo).
Parla invece piemontese la UNLIMITED con Parodi che si riconferma campione migliorando con un 289-4 il suo risultato di finale, mentre Predelli (Parma) e Maddau (Prato) raggiungono rispettivamente il secondo e terzo gradino del podio.
Nella SPORT il nostro esordiente Marchesini conquista il titolo italiano ipotecando la vittoria già in semifinale con uno strepitoso 200-9 e gestendo in finale il tentativo di rimonta degli specialisti toscani Calamai (Cascina), vicecampione per il secondo anno consecutivo, e Baragatti (Pisa) campione uscente.
Ottima, come di consuetudine, l’organizzazione dell’evento da parte dello staff del Tsn Parma.


PARTE SECONDA – LA PAROLA ALL’ESORDIENTE

Desidero innanzi tutto ringraziare gli Amici della Brigata, sia quelli agonisticamente attivi sia quelli “temporaneamente” (si spera) in stand-by, perché la loro presenza è stata ed è per me l’ingrediente indispensabile per rendere piacevoli sia una lunga trasferta per partecipare ad una gara che una gelida seduta invernale di allenamento in poligono.
In particolare vorrei dedicare questo risultato all’amico Mirco, pioniere scaligero di questa specialità, al quale devo il mio passaggio ai 100 metri dopo anni di Production, che ancora una volta è arrivato ad un soffio dal titolo in Standard…tegni duro omo, adesso toca a tì!
Ringrazio inoltre il Tsn Verona e, per tutti, il Presidente Riccardo Sartor, per il supporto umano e tecnico ricevuto in questi anni di attività agonistica oltre agli amici delle sezioni Tsn di Bardolino e Caprino Veronese.

Angiolino Marchesini








COMUNICATO

Visto le pressioni ricevute ci vediamo costretti a modificare i post di commento, non saranno più ammessi anonimi, se questo non dovesse bastare elimineremo la possibilità di commentare.

Saluti dalla Brigata Adige